Odissea a Berlino.

Oggi non funzionava la linea S9, per tornare a casa io e altre decine di malcapitati, abbiamo dovuto cambiare un treno dopo l’altro. Una cosa del tipo: salivi su un treno, arrivavi ad una fermata e il conducente ti avvisava: “Ultima fermata, si prega di scendere.” Al quinto treno cambiato dire che tiravo delle madonne interiori è a dir poco usare un eufemismo.

Ho iniziato a tirare giù a mani nude i santi dalle loro comode nuvolette, tirandoli per i piedi e poi sono passata ai personaggi di altre religioni. Alla fine alla fermata di Baumschulenweg c’erano Buddha, la dea Kali e Amon- Ra che si guardavano smarriti, chiedendosi cosa avessero fatto di così orribile, mentre li guardavo con gli occhi iniettati di sangue.

Ci ho impiegato un’ora e mezza per arrivare a casa, quando normalmente ci metto 25 minuti. Una coppia di spagnoli con le valigie, non capiva più dove doveva andare ed è salita sul treno opposto di quello che andava verso l’aeroporto. In tutta questa Odissea i berlinesi, miei compagni di sventura, non hanno battuto ciglio. Abbiamo iniziato a riconoscerci vagone dopo vagone.

Al terzo treno cambiato, una vecchietta ha anche attaccato bottone con me, ormai ci eravamo abituate una all’altra. La calma serafica tedesca faceva saltellare le persone prima al binario 3, poi a quello 6, e poi ancora a quello 5, senza che quasi proferissero parola. In Italia si sarebbe sentito vociferare da una regione all’altra. In Germania no. I tedeschi hanno un livello di sopportazione che definirei ammirevole.

Siete i miei eroi, a li mortacci vostri.

ph. Quentin Shih

Stitched Panorama

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...